Invito allo studio dell’Ebraico

Quando frequentavo il liceo, non andavo molto d’accordo con il mio professore di religione.

Era un prete Cattolico molto rigido, la sua citazione preferita era:”la teologia è roba da uomini, la mistica da donne”. La cosa di lui che più mi infastidiva era il suo disprezzo per la cultura Ebraica. Girava con la sua Bibbia interlineare in Latino e Greco, e quelle due lingue a onor del vero le sapeva, e anche bene, ma se ti azzardavi a fargli notare che la lingua originale della Bibbia era l’Ebraico aveva una reazione che potrei definire quasi violenta.

Nel corso dei miei studi religiosi, non è l’unica persona che ho incontrato con questa mentalità, e non sono mai riuscito a capire da cosa sia causata. Fortunatamente ho incontrato anche tanti entusiasti studiosi dell’Ebraico Biblico che mi hanno aiutato indicandomi siti internet e manuali alla portata di un neofita.

La critica da religiosi Cattolici che più spesso mi è stata rivolta quando mi permettevo di sostenere la necessità di uno studio approfondito della Bibbia nel testo Ebraico, è che si tratterebbe solo di una raffinatezza intellettuale, priva di valore Cristologico, nel senso che, mi pare di capire, per comprendere le parti dell’Antico Testamento che profetizzano di Gesù non è necessaria la conoscenza della lingua Ebraica.

La risposta che invece darei loro, è che Gesù stesso nel Vangelo invita alla lettura della Bibbia in Ebraico, quando dice “Se credeste infatti a Mosè, credereste anche a me; perché di me egli ha scritto.”(Giovanni 5,46).

La lettura della Bibbia in Ebraico è stata ed è tuttora una continua fonte di arricchimento spirituale e intellettuale. Tra l’ altro, secondo me, quelli che sostengono che imparare a suonare uno strumento aumenta il Quoziente Intellettivo, dovrebbero provare a cimentarsi con lo studio di una lingua lontana dalla propria cultura di nascita, perché dona un’apertura mentale inimmaginabile finché non si è provato.

Per cimentarsi nella lettura della Bibbia in Ebraico, secondo me occorre prima farsi una certa conoscenza di background della lingua, niente di eccessivamente impegnativo però: un’ora fatta bene al giorno per almeno sei mesi secondo me dà le basi sufficienti per leggere il testo Ebraico in interlineare, magari affiancandogli anche un dizionario.

Per lo studio dell’Ebraico mi sono trovato bene con due manuali:

ebraico durand

Il “Corso di ebraico contemporaneo” di Durand e Burgetta edito da Hoepli per la grammatica.

ebraico biblico

Il “Corso di Ebraico Biblico” di Pepi e Serafini per le peculiarità del testo Biblico.

La prima differenza che mi ha colpito maggiormente tra la lettura della Bibbia in Italiano e quella in Ebraico è la curva di interesse che generano.

Con la Bibbia in Italiano, dopo averla riletta per un po’ di volte il testo sembra non aver più nulla da offrire: anzi, il primo entusiasmo lascia in fretta spazio a un crescente noia, a un senso di aspettativa non pienamente appagata.

Leggendo in Ebraico, invece, succede l’esatto opposto: a ogni rilettura il testo rivela qualcosa di sé che prima era sfuggito, arricchendosi in continuazione. La curva dell’interesse cresce in modo esponenziale e si rimane davvero stupiti di come a ogni rilettura ci si accorga di dettagli e aspetti su cui durante la lettura precedente si era completamente sorvolati.

La seconda soddisfazione è l’accesso all’etimologia dei termini: certe parole che in Italiano risultano astratte o generiche, in Ebraico si manifestano nello splendore della loro derivazione Mesopotamica o Egiziana, conferendo al testo uno spessore e una ricchezza di collegamenti interni che la traduzione Italiana invece ha per forza di cose spazzato via.

Il terzo arricchimento è la possibilità di istituire collegamenti più densi, semplicemente basandosi sui giochi di parole e sulle similitudini lessicali interne.

Secondo me c’è poi anche un quarto arricchimento, di tipo squisitamente irrazionale e indefinibile: sono certo che la lettura in Ebraico della Bibbia causi profonde modifiche al nostro inconscio.

Il quinto arricchimento, ed è una cosa che ad esempio sento nettamente rispetto alla lettura del testo in Italiano, è il senso di pace che mi provoca la lettura della Bibbia in Ebraico, ai livelli di una meditazione Yoga ben riuscita.

Quando ero al liceo non sapevo cosa argomentare a quel prete che ci faceva lezione di religione. Mi piacerebbe incontrarlo oggi, e scoprire se è disponibile a cambiare opinione o se rimarrebbe ancora arroccato sulle sue posizioni.

(c) 2016 Cerini Pablo

Seguimi: square-facebook-128 twitter-128 youtube-square-social-media-128

Annunci

4 commenti

  1. Probabilmente quel prete sarebbe arroccato ancora là!!
    Purtroppo a mio avviso la curiosità, la ricerca spirituale, la ricerca della Verità è molto lontana dal cattolicesimo, perchè getterebbe troppa luce su tante parti (volutamente o no) tenute in ombra, e farebbe vacillare troppe sicurezze.
    Arrivo da una famiglia cattolica un po’ sui-generis, nonne zoccolo duro del rosario, un padre scappato da un seminario e una mamma che aveva libri harykrishna e di spiritismo sul comodino, per cui per me parlare di religioni, confrontare, e cercare i punti in comune tra loro è sempre stato naturale. Non sono mai arrivata a testi troppo eruditi (la cabbalah l’ho piantata a pg 10 credo), anche perchè credo sia tutto mooooooooolto più semplice di come è scritto nei vari testi. le parole a volte confondono, coprono, dividono.
    Leggere la Bibbia in italiano a volte l’ho trovata meno credibile del Signore degli Anelli, che ha in se molto di religioso. Grazie a Sibaldi ho capito il senso della Genesi, ed è stato, per me, aprire una porta sull’ universo.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...